Exodus: a cosa serve, come funziona ed effetti collaterali

Exodus è un farmaco antidepressivo, il cui principio attivo è Escitalopram ossalato, indicato per il trattamento della depressione e di altri disturbi mentali, come ansia, sindrome di panico o disturbo ossessivo compulsivo (DOC).

Questo medicinale è prodotto dai laboratori Aché, ed è venduto nelle principali farmacie, solo con prescrizione medica. Si trova sotto forma di compresse rivestite, alle dosi 10, 15 e 20 mg, o in gocce, alla dose di 20 mg / ml. Il suo prezzo varia, in media, tra i 75 ei 200 reais, che dipende dalla dose, dalla quantità di prodotto e dalla farmacia che vende.

Esodo (Escitalopram)

Cosa serve

Escitalopram, il principio attivo di Exodus, è un medicinale ampiamente utilizzato per:

  • Trattamento della depressione o prevenzione delle ricadute;
  • Trattamento dell'ansia generalizzata e della fobia sociale;
  • Trattamento del disturbo di panico;
  • Trattamento del disturbo ossessivo-compulsivo (DOC).

Questo farmaco viene utilizzato anche come coadiuvante nel trattamento di altri disturbi mentali, come la psicosi o la confusione mentale, ad esempio, quando indicato dallo psichiatra o dal neurologo, principalmente per aiutare a controllare il comportamento e ridurre l'ansia.

Come funziona e come usarlo

Escitalopram è un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina e agisce direttamente sul cervello correggendo basse concentrazioni di neurotrasmettitori, in particolare la serotonina, responsabili dei sintomi della malattia.

Generalmente, Exodus viene somministrato per via orale, in compresse o gocce, una volta al giorno o come indicato dal medico. La sua azione, così come quella di un qualsiasi antidepressivo, non è immediata e può durare dalle 2 alle 6 settimane affinché il suo effetto sia notato, quindi è importante non interrompere l'uso del farmaco senza aver prima consultato il medico.

Possibili effetti collaterali

Alcuni dei principali effetti collaterali di Exodus includono diminuzione dell'appetito, nausea, aumento o perdita di peso, mal di testa, insonnia o sonnolenza, vertigini, formicolio, tremori, diarrea o costipazione, bocca secca, libido alterata e impotenza sessuale.

In presenza di effetti collaterali, è importante parlare con il medico per valutare la possibilità di cambiamenti nel trattamento, come dosi, tempo di utilizzo o cambio di farmaco.

Chi non dovrebbe usare

Exodus è controindicato nelle seguenti situazioni:

  • Persone che sono ipersensibili a Escitalopram o ad uno qualsiasi dei componenti della sua formula;
  • Le persone che usano farmaci concomitanti della classe IMAO (inibitori delle monoaminossidasi), come Moclobemide, Linezolid, Phenelzine o Pargyline, ad esempio, a causa del rischio di sindrome serotoninergica, che causa agitazione, aumento della temperatura, tremore, coma e rischio di morte
  • Persone con diagnosi di malattia cardiaca chiamata prolungamento dell'intervallo QT o sindrome da DT lungo congenita o che utilizzano farmaci che causano prolungamento dell'intervallo QT a causa del rischio di complicanze cardiovascolari; 

In genere, queste controindicazioni sono necessarie non solo per Exodus, ma anche per qualsiasi farmaco che contiene Escitalopram o un altro farmaco nella classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina. Comprendi quali sono i rimedi antidepressivi più utilizzati, le differenze tra loro e come prenderli.