Cosa riduce l'effetto dei contraccettivi?

L'assunzione di alcuni antibiotici, il morbo di Crohn, la diarrea o l'assunzione di determinati tè possono ridurre o ridurre l'efficacia della pillola anticoncezionale, con un rischio maggiore di gravidanza.

Alcuni segni che possono indicare che c'è una diminuzione dell'efficacia della pillola includono cambiamenti come nessuna mestruazione o sanguinamento minore al di fuori del periodo mestruale, essendo questo uno dei segni più chiari che la donna non ha la quantità di ormoni di cui ha bisogno nella sua catena sangue costantemente.

7 situazioni che riducono l'effetto contraccettivo

Scopri le situazioni più comuni che diminuiscono o riducono l'efficacia dei contraccettivi orali, che vengono assunti in forma di pillola:

1. Utilizzo di medicinali

Alcuni antibiotici e anticonvulsivanti possono ridurre o diminuire l'efficacia della pillola contraccettiva e, pertanto, ogni volta che è necessario assumere uno qualsiasi di questi farmaci, è necessario utilizzare un preservativo fino a 7 giorni dopo l'ultima dose del medicinale. Alcuni esempi sono rifampicina, fenobarbital e carbamazepina. Ulteriori informazioni sui nomi dei farmaci che riducono l'efficacia della pillola anticoncezionale.

2. Avendo vomito o diarrea

Avere un episodio di vomito o diarrea fino a 4 ore dopo l'assunzione del contraccettivo può significare che non ha avuto il tempo di essere assorbito, perderlo completamente o diminuirne l'efficacia.

Quindi, se in quel periodo si sono verificati vomito o diarrea, si consiglia di prendere la pillola successiva per garantire la dose giornaliera necessaria per proteggersi da gravidanze indesiderate. Tuttavia, in caso di diarrea cronica o quando non è possibile controllare le feci liquide per più di 4 ore, deve essere scelto un altro metodo contraccettivo, come un preservativo, un impianto o uno IUD.

Vedi 10 metodi contraccettivi per prevenire la gravidanza. 

3. Malattie o cambiamenti nell'intestino

Chi ha una malattia infiammatoria intestinale come il morbo di Crohn, ha subito un'ileostomia o ha subito un bypass digiuno-ileale ha un rischio maggiore di rimanere incinta anche usando la pillola perché queste situazioni possono impedire all'intestino tenue di assorbire correttamente gli ormoni della pillola, diminuendone così l'efficacia nel protezione contro la gravidanza. 

In questo caso, si raccomanda alla donna di utilizzare un altro metodo contraccettivo, come un preservativo, un impianto o uno IUD per proteggersi da una gravidanza indesiderata.

4. Dimenticare di prendere la pillola

Dimenticare di prendere il contraccettivo per 1 giorno o più in qualsiasi settimana del ciclo può alterarne l'efficacia. Lo stesso accade se la donna che prende la pillola di uso continuo, dimentica di prendere la sua pillola sempre alla stessa ora, e quindi in caso di ritardo o dimenticanza, legge il foglietto illustrativo per sapere cosa fare oppure guarda il prossimo video :

5. Consumare alcol in eccesso

Il consumo di bevande come birra, caipirinha, vino, vodka o cachaça non diminuisce l'efficacia della pillola. Tuttavia, le donne che consumano questo tipo di bevande eccessivamente e si ubriacano hanno maggiori probabilità di dimenticare di prendere la pillola al momento giusto, aumentando il rischio di una gravidanza indesiderata. 

6. Prendi il tè

L'assunzione di grandi dosi di tisane diuretiche subito dopo l'assunzione del contraccettivo può ridurne l'efficacia, perché il corpo potrebbe non avere il tempo di assorbire il medicinale, che può essere presto espulso dall'organismo attraverso la pipì. Quindi non è consigliabile consumare più di 5 tazze di tè, come l'equiseto o l'ibisco, pochi istanti prima o dopo l'assunzione della pillola.

Inoltre, il tè all'erba di San Giovanni, comunemente assunto per combattere la depressione e l'ansia, può anche interferire con la pillola diminuendone l'efficacia ed è per questo che non è consigliabile bere questo tè. Se sei in trattamento con questa pianta medicinale, dovresti scegliere un altro metodo di contraccezione.

7. Assunzione di droghe

Il consumo di droghe illecite come marijuana, cocaina, crack o ecstasy, tra gli altri, non riduce direttamente l'efficacia della pillola chimicamente perché i composti non interagiscono tra loro, ma poiché le donne che fanno uso di droghe sono più a rischio di dimenticare di prendere la pillola l'ora esatta, si consiglia a chi li usa, di avere un altro modo per evitare la gravidanza, perché sono molto dannosi e mettono a rischio la vita del bambino.