Ecografia in fisioterapia: a cosa serve e come usarla correttamente

Il trattamento di fisioterapia con ultrasuoni può essere fatto per curare infiammazioni articolari e lombalgia, ad esempio, poiché è in grado di stimolare la cascata infiammatoria e diminuire dolore, gonfiore e spasmi muscolari.

La fisioterapia a ultrasuoni può essere utilizzata in due modi:

  • Ultrasuoni continui , dove le onde vengono emesse ininterrottamente e che producono effetti termici, alterando il metabolismo e la permeabilità delle cellule, aiutando nella guarigione delle ferite e riducendo il gonfiore, risultando inoltre più efficace nel trattamento delle lesioni croniche;
  • Ultrasuoni pulsatili , onde da onde vengono emesse con piccole interruzioni, che non produce effetti termici, ma è anche in grado di stimolare la guarigione e ridurre i segni infiammatori, essendo maggiormente indicato nel trattamento delle lesioni acute.

La fisioterapia a ultrasuoni è un trattamento molto efficace e indolore. Il numero di sedute di fisioterapia varia in base al tipo e al grado di lesione, quindi va sempre valutato dal fisioterapista prima di iniziare la procedura. Tuttavia, non è consigliabile utilizzare gli ultrasuoni ogni giorno per più di 20 giorni. 

Ecografia in fisioterapia: a cosa serve e come usarla correttamente

Cosa serve

La fisioterapia ad ultrasuoni viene eseguita con l'obiettivo di aumentare il flusso sanguigno locale e quindi favorire la cascata infiammatoria, ridurre il gonfiore e stimolare le cellule infiammatorie, favorendo così la guarigione, il rimodellamento dei tessuti e la diminuzione di edemi, dolori e spasmi muscolari.

Questo trattamento è indicato per il trattamento di:

  • Artrosi;
  • Infiammazione delle articolazioni;
  • Mal di schiena;
  • Borsite;
  • Malattia o dolore cronico o acuto;
  • Spasmi muscolari;
  • Spasmo muscolare.

Inoltre, in estetica, gli ultrasuoni 3 Mhz possono essere utilizzati per combattere la cellulite, ad esempio.

Come usare gli ultrasuoni 

Gli ultrasuoni devono essere utilizzati in modo corretto, appoggiando uno strato di gel conduttivo direttamente sulla zona interessata e poi attaccando la testa dell'apparecchiatura, facendo movimenti lenti, circolarmente, a forma di 8, dall'alto verso il basso, o da un lato all'altro. l'altro, ma non può mai stare fermo nello stesso posto.

L'attrezzatura può essere regolata in base alle necessità e può essere regolata come segue:

Frequenza d'onda:

  • 1 Mhz - lesioni profonde, come muscoli, tendini
  • 3 MHz: ha una minore capacità di penetrazione delle onde, essendo indicato per il trattamento di disturbi della pelle. 

Intensità:

  • Da 0,5 a 1,6 W / cm2: l'intensità più bassa tratta le strutture più vicine alla pelle, mentre l'intensità più alta tratta le regioni più profonde, come il danno osseo

Tipo di emissione:

  • Continuo: per lesioni croniche, dove è indicato il calore
  • Pulsatile: per lesioni acute, dove il calore è controindicato

Ciclo di lavoro:

  • 1: 2 (50%): fase subacuta
  • 1: 5 (20%): fase acuta, riparazione dei tessuti 

Gli ultrasuoni possono essere utilizzati anche in modalità subacquea, mantenendo la testa all'interno di un bacino con acqua, essendo l'ideale per strutture come le mani, il polso o le dita, dove sarebbe molto difficile accoppiare l'intera epoca dell'attrezzatura. In questo caso non è necessario applicare il gel sulla pelle, ma la struttura da trattare e la testa dell'attrezzatura devono rimanere immerse nell'acqua, nel qual caso l'attrezzatura non deve necessariamente essere sempre a diretto contatto con la pelle, e potrebbe esserci una piccola distanza. 

Come funzionano gli ultrasuoni 

Il trattamento ad ultrasuoni favorisce il rilascio di calore ai tessuti, come tendini, muscoli e articolazioni, diminuendo i sintomi dell'infiammazione e favorendo la rigenerazione dei tessuti. Questo trattamento non è doloroso, non ha effetti collaterali e viene effettuato tramite un trasduttore in grado di generare correnti elettriche di frequenze alternate e capace di penetrare nel tessuto e stimolare il flusso sanguigno nella regione.

Le onde sonore rilasciate attraverso il trasduttore penetrano nel tessuto a seconda del tipo di mezzo utilizzato, ovvero gel o lozione, qualità del trasduttore, superficie di trattamento e tipo di lesione che verrà trattata. Normalmente le ossa e la regione in cui sono attaccati i tendini hanno una bassa capacità di assorbimento e si consiglia di eseguire un altro tipo di trattamento o di utilizzare una frequenza più bassa degli ultrasuoni.

La capacità delle onde di penetrare nel tessuto è inversamente proporzionale alla frequenza applicata, e può variare tra 0,5 e 5 MHz, con la frequenza normalmente utilizzata tra 1 e 3 MHz. 

Controindicazioni degli ultrasuoni nella terapia fisica

Questo tipo di trattamento, tuttavia, non dovrebbe essere utilizzato in alcune situazioni, come nel caso di osteoporosi avanzata, presenza di protesi, gravidanza, cancro attivo e zone trattate con radioterapia o che hanno vene varicose, e dovrebbe essere scelta un'altra opzione di trattamento fisioterapico. .