Psicomotricità: che cos'è e attività per aiutare lo sviluppo del bambino

La psicomotricità è un tipo di terapia che funziona con individui di tutte le età, ma soprattutto bambini e adolescenti, con giochi ed esercizi per raggiungere scopi terapeutici.

La psicomotricità è uno strumento molto utile per trattare individui con malattie neurologiche come paralisi cerebrale, schizofrenia, sindrome di Rett, neonati prematuri, bambini con difficoltà di apprendimento come la dislessia, con ritardi nello sviluppo, disabili fisici e individui con problemi mentali, ad esempio esempio.

Questo tipo di terapia dura circa 1 ora e può essere eseguito una o due volte a settimana, contribuendo allo sviluppo e all'apprendimento dei bambini.

Psicomotricità: che cos'è e attività per aiutare lo sviluppo del bambino

Obiettivi della psicomotricità 

Gli obiettivi della psicomotricità sono migliorare i movimenti del corpo, la nozione di spazio in cui ti trovi, la coordinazione motoria, l'equilibrio e anche il ritmo. 

Questi obiettivi vengono raggiunti attraverso giochi come correre, giocare con le palle, bambole e giochi, per esempio. Attraverso il gioco il terapista psicomotorio, che può essere il fisioterapista o il terapista occupazionale, osserva il funzionamento emotivo e motorio dell'individuo e utilizza altri giochi per correggere i cambiamenti a livello mentale, emotivo o fisico, a seconda delle esigenze di ciascuno. 

Attività psicomotorie per lo sviluppo del bambino 

Nella psicomotricità ci sono alcuni elementi su cui lavorare, come il tono della postura, il riposo e il sostegno, oltre all'equilibrio, la lateralità, l'immagine corporea, la coordinazione motoria e la strutturazione nel tempo e nello spazio. 

Alcuni esempi di attività psicomotorie che possono essere utilizzate per raggiungere questi obiettivi sono:

  1. Gioco della campana: è ottimo per allenare l'equilibrio su un piede e la coordinazione motoria; 
  2. Camminare su una linea retta tracciata sul pavimento: lavora sull'equilibrio, sulla coordinazione motoria e sull'identificazione del corpo;
  3. Cerca una biglia all'interno di una scatola da scarpe piena di carta stropicciata: funziona lateralità, coordinazione motoria fine e globale e identificazione del corpo;
  4. Coppe impilabili: è utile per migliorare la coordinazione motoria fine e globale e l'identificazione del corpo;
  5. Disegna te stesso con penne e guazzo: funziona bene e coordinazione motoria globale, identificazione corporea, lateralità, abilità sociali. 
  6. Gioco - testa, spalle, ginocchia e piedi: è bene lavorare sull'identificazione del corpo, l'attenzione e la focalizzazione;
  7. Gioco - Schiavi di Giobbe: lavora l'orientamento nel tempo e nello spazio;
  8. Gioco di statue: ottimo per orientamento spaziale, schema corporeo ed equilibrio;
  9. Gioco della corsa con i sacchi con o senza ostacoli: funziona con orientamento spaziale, schema del corpo ed equilibrio;
  10. Corda per saltare: è ottimo per l'orientamento lavorativo nel tempo e nello spazio, oltre all'equilibrio e all'identificazione del corpo.

Questi giochi sono ottimi per aiutare lo sviluppo del bambino e possono essere eseguiti a casa, a scuola, nei parchi giochi e come forma di terapia, quando indicato dal terapista. Normalmente ogni attività deve essere correlata all'età del bambino, perché neonati e bambini sotto i 2 anni non saranno in grado di saltare la corda, per esempio. 

Alcune attività possono essere svolte con un solo bambino o in gruppo e le attività di gruppo sono utili per aiutare con l'interazione sociale che è anche importante per lo sviluppo motorio e cognitivo durante l'infanzia.